Booking
base nautica
data di imbarco

giorni   persone
 
ricerca →

*saturday to Saturday weekly charter
Contattaci
Bisogno di assistenza?
Compila il form oppure chiama lo 0818969962
fai una richiesta  →
Isole Pontine
home » Destinazioni » Isole Pontine

Isole Pontine

 Charter a vela tra Ponza, Ventotene, Palmarola e Santo Stefano per vacanze in barca a vela nel Mediterraneo.
Noleggio barche a vela Isole Pontine
Sailitalia ti offre l’occasione di una vacanza di una o due settimane a bordo di una barca a vela nelle Isole Pontine, da Palmarola a Ventotene, da Zannone a Santo Stefano, passando per Ponza: se vuoi prendere in affitto catamarani per charter a vela o barche a vela nelle Isole Pontine, questa è l’occasione che fa per te. Avendo come base di partenza Procida, il noleggio di barche a vela per le Isole Pontine ti permetterà di ammirare luoghi di eccezionale bellezza naturale, tutti di origine vulcanica, situati praticamente al centro del Mar Tirreno. A bordo di charter a vela nelle Isole Pontine, osserverai da vicino un susseguirsi apparentemente incredibile di baie, punte e cale incontaminate, tra acque e spiagge che danno vita a un panorama da togliere il fiato. Chi avrebbe mai pensato che nel bel mezzo dell'Italia ci fossero paesaggi tanto suggestivi, all'insegna della semplicità e dell'armonia? Insomma, se hai voglia di goderti itinerari a vela nelle Isole Pontine, e magari apprezzare anche i sapori della cucina locale, non devi fare altro che rivolgerti a Sailitalia, consultare le nostre offerte e decidere quando vorrai partire dalla base di Procida: a tutto il resto penseremo noi. Paesaggi eccezionali, spiagge di sabbia finissima, insenature e baie, venti che ti cullano: lasciati coccolare e sali immediatamente a bordo, perché una volta in mare non vorrai più tornare indietro.
 
 
 
Itinerario a vela Isole Pontine / 7 giorni
Ponza è l'isola ideale per gli amanti dell’acqua: lungo la sua straordinaria linea costiera si incontrano scogliere e grotte. Il Monte della Guardia, nella parte meridionale dell’isola, è il punto più alto di Ponza, da cui si può ammirare la bellezza di questa isola stretta, lunga, e a forma di mezzaluna. Il porto di Ponza offre la possibilità di ancoraggio, rifornimento di combustibile ed acqua, e servizi, anche se abbastanza costosi, ma non offre protezione da venti di nord-est, est e sud-est. La zona portuale ha bei negozi e ristoranti eccellenti. Una buona alternativa di ancoraggio si trova nelle seguenti aree: tra Punta Santa Maria e Punta Frontone, e tra Punta Frontone e Cala Inferno, si trovano due spiagge molto belle, che offrono una buona protezione da venti occidentali, nord-occidentali e sud-occidentali.  La meravigliosa baia di Chiaia di Luna ha delle grotte stupende, ed offre una buona protezione da venti da sud-est, est e nord-est. Questa spiaggia è collegata alla città da un tunnel, costruito dai Romani e contenente resti archeologici. Tra i Faraglioni e Capo Bosco ci sono acque meravigliose, ed anche a Cala Feola e a Cala dell’Acqua, dove cale e grotte offrono protezione da venti sud-orientali, orientali e nord-orientali. Si raccomanda di esplorare con la lancia le grotte tra la Cala di Chiaia di Luna ed i Faraglioni. Da non perdere è il famoso Arco Naturale dietro lo Scoglio dell’Evangelista, a nord est di Ponza.

Gavi è una piccola isola all’estremità settentrionale di Ponza. Non è possibile passare tra l'isola di Ponza e l'isola di Gavi. È una bella area con molte piccole formazioni rocciose che sorgono dal mare, pertanto è necessario prestare speciale attenzione quando si attraversa l'area.

Palmarola è la più occidentale e la seconda per grandezza delle isole Pontine. L'isola offre vedute straordinarie come la composizione ossidianica e variamente colorata delle rupi, delle grotte, delle scogliere e delle baie. Un lato è protetto da venti nord occidentali, occidentali e sud occidentali mentre l'altro lato è protetto dai venti sud-orientali, orientali e nord-orientali. In condizioni meteorologiche avverse è consigliabile restare a Ponza. La baia più famosa è quella della Cala del Porto, che offre un buon ancoraggio e una buona protezione da venti orientali e nord-orientali. Una volta sull’isola, è possibile gustare un buon pasto negli unici due ristoranti sull'isola, specializzati in piatti ai frutti di mare e specialità locali. Il resto di Palmarola è disabitato. Ci sono molti specchi d’acqua dove bagnarsi e molte grotte da esplorare. Punta Tramontana sul lato nord è un buon posto per fare una sosta di alcune ore. Buoni punti di ancoraggio sono le aree tra il Faraglione di Mezzogiorno e lo Scoglio di Suvace, immediatamente ad est di esso, e l'area tra Punta Vardella e lo Scoglio Forcina, che offrono protezione da venti nord-occidentali, occidentali e sud-occidentali. Prestare attenzione alla Secca Zirri, e al transito tra Punta di Mezzogiorno ed il Faraglione di Mezzogiorno.

L’isola di Zannone ha una superficie di poco più di un chilometro quadrato. È parte del Parco Nazionale del Circeo per la sua bellezza e l'integrità del suo ambiente. L'isola è disabitata, ma è controllata dai Servizi Forestali. Zannone ha un'origine sedimentaria diversamente dall'origine vulcanica delle altre isole Pontine. Da visitare ci sono le rovine di un convento Benedettino, ed un museo naturale. Ci sono due possibili punti di ancoraggio: Capo Negro a nord, e Punta Varo a sud. La Secca del Varo e la Secca del Mariolo, nei pressi della costa sud-occidentale, sono aree rocciose e poco profonde, pertanto è necessario prestare particolare attenzione. È una bella isola per fare un bagno e una gita giornaliera, ma non è consigliabile rimanere all’ancora per la notte, poiché non c’è una buona protezione dal vento e non è un luogo sicuro con venti sud-orientali, orientali e nord-orientali.

Ventotene è una piccola isola formatasi da un’intensa attività vulcanica, ed ha coste generalmente alte e friabili, con due piccole, belle spiagge dietro l’area abitata: Cala Rossano e Cala Nave. In aree isolate, lontano dal porto, ci sono altre distese di spiaggia, come quelle di Parata della Postina, Moggio di Terra e Parata Grande. La natura friabile della costa invita a molte soste interessanti e piacevoli, ad esempio nei pressi dello Scoglio la Nave nella parte orientale del mare di Ventotene. Ci sono due possibilità di ancoraggio nel porto: il Porto Romano (o Porto Vecchio, scavato nel tufo dai Romani), piccolo ma molto bello, ed il Porto Nuovo, non molto pittoresco ma più conveniente ed attrezzato. Da notare che nel Porto Nuovo c'è di solito un’onda lunga. Sono possibili rifornimenti di combustibile ed acqua. Il lato occidentale vanta due baie fantastiche: Cala Parata e Punta Pascone. Presso il Municipio di Ventotene c'è un interessante Museo del Mare (Museo del Cavalla), che offre al turista una dettagliata spiegazione della storia locale.

Santo Stefano è la più piccola delle isole Pontine. È di origine vulcanica ed è disabitata. Navigando intorno all'isola è possibile ammirare bellissime vedute, contornate dal blu intenso del mare e dalle rocce scure, friabili e basaltiche. Il mare intorno all’isola è ricco di diverse specie di pesce. Dall’alto delle sue scogliere è possibile ammirare la vicina Ventotene, e guardando verso sud, si può scorgere il profilo montagnoso di Ischia. La parte meridionale dell’isola fa parte di un’area protetta, pertanto l’ancoraggio non è consentito. Attualmente l'unico ancoraggio permesso è nella parte a nord dell'isola vicino alla vecchia prigione Borbonica, che merita una visita